Generale -Vasco(Blasco)

martedì 3 febbraio 2009

musica e storia

sull origine della musica ci sono varie ipotesi, Secondo Darwin, il canto umano sarebbe cominciato nell'imitazione dei versi degli animali: Rousseau ipotizzò invece il tentativo di parlare su toni acuti. Per alcuni studiosi la musica iniziò con il ritmo dell'esecuzione dei lavori, mentre altri la ritengono una naturale evoluzione della comunicazione parlata. Normalmente si parla di storia della musica intendendo solo quella occidentale: anche se l'Occidente, ed in particolare l'Europa, è stato un imponente palcoscenico dello sviluppo musicale, non è comunque possibile non considerare altre culture musicali, come quella cinese e quella indiana, che pur non spartendo con la nostra alcunché, sono comunque arrivate ad un notevole grado di complessità.
Con l'agricoltura iniziò il declino del nomadismo ed alcune aree privilegiate videro un primo sviluppo della civiltà e della cultura: il fatto che una parte della popolazione potesse risiedere stabilmente in aree urbane diede un impulso notevole alle attività creative dei popoli antichi, anche nella musica: è qui che ha inizio la musica antica.

Era quello un periodo in cui la visione del mondo era comunque fortemente condizionata da superstizioni e religioni: i mesopotamici, ad esempio, adoravano i pianeti e ritenevano che l'armonia tra uomo ed universo fosse regolata dai numeri e si rispecchiasse proprio nella musica.

Come già accennato, le basi della moderna teoria musicale vennero stabilite dai Greci, in particolare da Pitagora, che studiò in Egitto ed anche in Mesopotamia.

Nessun commento:

Posta un commento

Condividi con noi questo blog! Commenta anche tu

Si è verificato un errore nel gadget